Notizie

StradUSCA cresce: tamponi anche con una telefonata

StradUSCA, l’Unità Speciale di Continuità Assistenziale dedicata agli “invisibili” nata a febbraio 2021, ha già effettuato oltre 100 test.

A un mese dall’avvio StradUSCA, l’Unità Speciale di Continuità Assistenziale dedicata agli “invisibili”, nata dall’accordo tra Caritas Ambrosiana, Casa della Carità, Fondazione Culturale San Fedele e l’Associazione San Fedele onlus – Assistenza sanitaria e Ats Città Metropolitana di Milano, rilancia la propria azione per raggiungere direttamente anche le persone più emarginate.

All’offerta già attiva su segnalazione dei servizi – unità di strada e centri di ascolto – gli enti partner hanno aggiunto la possibilità di prenotazione diretta.

Persone senza dimora e cittadini stranieri che non hanno il medico di base possono fissare l’appuntamento per sottoporsi al test telefonando allo 02.76037.1 da lunedì a venerdì o inviando una mail a [email protected]. Il lunedì (dalle 14,30 alle 16,30) e il mercoledì (dalle 10.30 alle 12,30) è attivo anche il numero diretto 375.6260212.

L’operatore, che riceverà le richieste, dopo il colloquio telefonico volto ad accertare le condizioni di salute della persona, fisserà un appuntamento il prima possibile nelle tre sedi in cui è operativo il servizio: il martedì alla Casa della Carità; il giovedì presso il centro san Fedele, il venerdì nella sede di Caritas Ambrosiana.

A chi dovesse risultare positivo, se non è in grado di isolarsi, sarà proposta l’accoglienza in una struttura dedicata. I familiari o coloro che sono stati in contatto saranno raggiunti telefonicamente per potersi a loro volta sottoporre al tampone e seguire correttamente la quarantena.  Come avviene di norma, i casi vengono riportati ad Ats, affinché possano rientrare nel monitoraggio della popolazione ai soli fini sanitari, senza che ciò implichi conseguenze per la persona di natura legale o giuridica.

Partito a metà febbraio il progetto finora effettuato 100 tamponi, a ospiti di strutture di accoglienza o persone indigenti segnalate dalle unità di strada e dagli altri servizi dedicati agli homeless.


Altri articoli suggeriti

Case della comunità, proviamoci in Lombardia

Rivedi l’incontro online “Case della comunità, proviamoci in Lombardia”, promosso dall’Associazione Prima la comunità….

“Territorio e comunità: sanità e disagio sociale ai tempi del Covid”

Rivedi l’incontro “Territorio e comunità: sanità e disagio sociale ai tempi del Covid”, promosso…

“Regaliamoci futuro”. La Casa della Carità si ripensa

Il percorso di riprogettazione dell’azione sociale e degli spazi della Casa della Carità, che…

SOSTIENI LA CASA DELLA CARITÀ

La Casa della Carità è una vera famiglia per bambini, anziani, donne e uomini di ogni età, Paese e religione.

Dona speranza, cura, un aiuto concreto alle persone seguite dalla Fondazione.

Dona ora