I consigli della Biblioteca del Confine per il 25 Aprile | Casa della Carità
Notizie

I consigli della Biblioteca del Confine per il 25 Aprile

Le segnalazioni di Alessandro Coerezza e Cecilia Trotto e della nostra Biblioteca del Confine per la Festa della Liberazione.

Per questo 25 Aprile, che ancora una volta dovremo celebrare a distanza, vi proponiamo i consigli della nostra Biblioteca del Confine.

Alessandro Coerezza e Cecilia Trotto hanno selezionato racconti, romanzi, una graphic novel. Ma anche uno spettacolo teatrale e una canzone partigiana.

I CONSIGLI DI LETTURA

“Il sentiero dei nidi di ragno”, di Italo Calvino

Il nostro bibliotecario Alessandro Coerezza legge un brano de “Il sentiero dei nidi di ragno” di Italo Calvino. L’autore, testimone e protagonista della Resistenza, vuole perpetuarne la memoria. Ma, come racconta lui stesso in una prefazione al libro, avvertendo il tema come troppo impegnativo e solenne, decide di affrontarlo di scorcio, trattandolo cogli occhi di un bambino.

“La ragazza di Bube” di Carlo Cassola”

Un grande classico del neorealismo, la storia di una donna, della partecipazione alla Resistenza come scelta di responsabilità.

“Il corvo”, di Mario Lodi

La storia autobiografica del noto maestro elementare, non in veste di insegnante ma di ragazzo e partigiano. Un racconto pensato per i ragazzi ma dotato di una chiarezza stilistica e una forza pedagogica che parlano anche agli adulti.

“Kobane calling”, di Zerocalcare

Un grande successo internazionale del fumettista romano che racconta, con la sua voce personale, la resistenza del popolo curdo contro l’ISIS come lotta antifascista contemporanea.

Uno spettacolo teatrale

“Nome di battaglia Lia”, di Renato Sarti con Marta Marangoni, Rossana Mola e Renato Sarti

Il teatro della Cooperativa ha prodotto nel 2008 quello che è diventato un classico del teatro milanese, una storia con al centro la dolorosa storia delle donne di Niguarda, che contribuirono a liberare il quartiere il 24 aprile del ‘44, con un giorno di anticipo.

Una canzone

“Festa d’aprile” de Il fiore meraviglioso è una canzone partigiana che restituisce il clima di speranza per la liberazione imminente, nell’interpretazione contemporanea del collettivo Il fiore meraviglioso.


Altri articoli suggeriti

Case della comunità, proviamoci in Lombardia

Rivedi l’incontro online “Case della comunità, proviamoci in Lombardia”, promosso dall’Associazione Prima la comunità….

“Territorio e comunità: sanità e disagio sociale ai tempi del Covid”

Rivedi l’incontro “Territorio e comunità: sanità e disagio sociale ai tempi del Covid”, promosso…

“Regaliamoci futuro”. La Casa della Carità si ripensa

Il percorso di riprogettazione dell’azione sociale e degli spazi della Casa della Carità, che…

SOSTIENI LA CASA DELLA CARITÀ

La Casa della Carità è una vera famiglia per bambini, anziani, donne e uomini di ogni età, Paese e religione.

Dona speranza, cura, un aiuto concreto alle persone seguite dalla Fondazione.

Dona ora