La risposta della Casa della Carità all’emergenza sanitaria e sociale causata dal Coronavirus.

La pandemia ha avuto un enorme impatto sulle vite di tutti noi.
E lo ha avuto anche sulle attività della Casa della Carità a favore delle persone escluse.

All’inizio, siamo stati costretti, per la prima volta, a chiudere le nostre porte, per proteggere i nostri ospiti.

Poi, ci siamo ripensati, per continuare l’ospitalità in sicurezza.
E per riaprirci, nel rispetto di tutte le necessarie precauzioni sanitarie, alle tante persone che già seguivamo e che ora hanno ancora più bisogno. 

Non è stato facile. Non è facile. Ma ce la stiamo facendo. 
Stiamo nel mezzo, come abbiamo sempre fatto. 

Grazie all’impegno e al sostegno di tante persone che, nonostante le distanze, sentiamo davvero vicine.

134.000

dispositivi di
protezione individuale usati nel 2020

4.200

litri di prodotti igienizzanti usati nel 2020

1.200

tamponi antigenici rapidi usati nel 2020

200

famiglie cui forniamo
beni di prima necessità