Notizie

“Oggi leggo da protagonista”: un progetto della Biblioteca del Confine con la scuola di San Mamete

Laboratori e incontri con gli autori per avvicinare gli alunni alla lettura. Un percorso lungo un anno scolastico per l’istituto a pochi passi dalla Casa della carità

Una “mini” Società di lettura sul modello ormai collaudato che la Biblioteca del Confine porta avanti da tempo con i ragazzi del liceo Volta. È così che, nel corso di questo anno scolastico, si va consolidando il rapporto tra la Casa della carità e la scuola primaria della vicina via San Mamete, a Crescenzago.

Il progetto si intitola “Oggi leggo da protagonista”. Da un lato, fa seguito all’esperienza che la Biblioteca ha fatto nello scorso novembre, nell’ambito della manifestazione “Milano Book City” e, dall’altro, viene dopo le visite di conoscenza della Casa che diverse classi dell’istituto hanno svolto durante lo scorso anno.

Cominciato già durante la prima parte dell’anno scolastico,“Oggi leggo da protagonista” coinvolge 11 classi, dalla terza alla quinta. Tre sono i volumi scelti sui quali lavoreranno gli oltre 250 alunni partecipanti: “Nessuno è perfetto” di Emanuela Nava, “W le feste del mondo” di Mario Sala Gallini e “Il Mistero di Burgess Shale. La magnifica Avventura dell’Evoluzione” di Ludovico Jacopo Cipriani.

“Teniamo a questo progetto – spiega la responsabile della Biblioteca Cecilia Trotto – perché è un ottimo modo per far sì che, sempre di più, la Casa si apra al quartiere e alla città. E poi anche perché molti dei bambini delle famiglie ospitate dalla fondazione frequentano positivamente la scuola di San Mamete”.

Ciascuna classe comincerà leggendo in libro insieme alle insegnanti, quindi parteciperà, a scuola, a un laboratorio di drammatizzazione del volume tenuto dagli operatori della Biblioteca del Confine. Infine, concluderà il percorso con un incontro con l’autore che si terrà alla Casa della carità, nell’auditorium della sede di via Brambilla dove saranno esposti i lavori realizzati nel corso dei laboratori dagli stessi alunni.

Il primo incontro, con Emanuela Nava e le classi terze, è in programma giovedì 17 gennaio, a partire dalle ore 9,30.

Seguiranno gli appuntamenti con le classi successive, scaglionate su due giorni: il 21 e il 22 febbraio toccherà alle quarte confrontarsi con Mario Sala Gallini, mentre il 18 e il 19 aprile sarà la volta di Ludovico Jacopo Cipriani e delle classi quinte.

In apertura: foto di Kimberly Farmer su Unsplash


Altri articoli suggeriti

Case della comunità, proviamoci in Lombardia

Rivedi l’incontro online “Case della comunità, proviamoci in Lombardia”, promosso dall’Associazione Prima la comunità….

“Territorio e comunità: sanità e disagio sociale ai tempi del Covid”

Rivedi l’incontro “Territorio e comunità: sanità e disagio sociale ai tempi del Covid”, promosso…

“Regaliamoci futuro”. La Casa della Carità si ripensa

Il percorso di riprogettazione dell’azione sociale e degli spazi della Casa della Carità, che…

SOSTIENI LA CASA DELLA CARITÀ

La Casa della Carità è una vera famiglia per bambini, anziani, donne e uomini di ogni età, Paese e religione.

Dona speranza, cura, un aiuto concreto alle persone seguite dalla Fondazione.

Dona ora