67926792
Attività sul territorio

Progetti territoriali in ambito penale

La Casa della Carità si spende affinché le pene siano rieducative, come prescritto dalla Costituzione italiana.

Per questo motivo promuove, come avviene nella sua sede, alcuni progetti territoriali in ambito penale, dedicati in particolare ai giovani. A settembre 2019 è partito il progetto “Sm.A.R.T. –  Servizio Minori Ambito Rete Territoriale”, che incoraggia percorsi di inclusione per minori e giovani adulti – italiani e stranieri, maschi e femmine – sottoposti alla misura della messa alla prova

Gli operatori della Casa della Carità sostengono la fase post-penale di reinserimento e inclusione sociale dei protagonisti, per favorire un cambiamento positivo. Nella consapevolezza che “il dopo” sia un momento decisivo in cui si giocano non solo il tasso di recidiva, ma la loro vita stessa.

Gli obiettivi concreti del percorso sono costruiti insieme ai ragazzi sulla base dei loro bisogni e necessità, intessendo una relazione di fiducia e condivisione

“Grazie a questo progetto ho capito 
che sono io il protagonista della mia vita 
e del mio cambiamento”.

Matteo, partecipante al progetto SMART

I giovani coinvolti possono così sperimentare temi come la riflessione e la cura di sé e la possibilità di “ripagare la società” con azioni di volontariato. Accedono inoltre a opportunità di orientamento scolastico, supporto nella ricerca di soluzioni abitative, inserimento lavorativo e accompagnamento legale.

Fondamentale è il lavoro con la rete di riferimento dei ragazzi e con gli altri enti coinvolti nel progetto: Comunità Nuova Onlus, Cooperativa La Strada e Fondazione Enaip.

Da fine 2019, inoltre, la Casa della Carità partecipa ad “Art Work Uepe”. Un progetto per la promozione del re-inserimento socio-lavorativo, come misura alternativa alla detenzione, di detenuti in carico all’Ufficio per l’Esecuzione Penale Esterna (UEPE) di Milano. Particolare attenzione viene posta alle fragilità legate alla dipendenza o all’esperienza migratoria.

La messa alla prova

La messa alla prova è una forma di esecuzione in area penale esterna di sanzioni per reati di minore allarme sociale. Su richiesta dell’imputato, il procedimento penale è sospeso nella fase di primo grado. L’imputato è quindi affidato all’Ufficio di Esecuzione Penale Esterna per l’esecuzione, obbligatoria e gratuita, di un lavoro di pubblica utilità in favore della collettività, che può essere svolto presso istituzioni pubbliche, enti e organizzazioni di assistenza sociale, sanitaria e di volontariato.

La foto di apertura è di Ross Findon su Unsplash

SOSTIENI LA CASA DELLA CARITÀ

La Casa della Carità è una vera famiglia per bambini, anziani, donne e uomini di ogni età, Paese e religione.

Dona speranza, cura, un aiuto concreto alle persone seguite dalla Fondazione.

Dona ora