Notizie

Tutela dell’ambiente in Costituzione, una riflessione delle Chiese protestanti

Proponiamo qui una riflessione delle Chiese protestanti, sulla recente introduzione della tutela dell’ambiente in Costituzione

C’è da rallegrarsi per l’introduzione nell’art. 9 della Costituzione della tutela dell’ambiente, della biodiversità e degli ecosistemi per diverse ragioni. Innanzitutto, perché è la prima volta che si modificano i principi della Costituzione su cui poggia la nostra convivenza democratica e dunque la portata del cambiamento è notevole per ciò che riguarda il concetto di cultura e di ricerca scientifica.

Certo, si tratta di una riflessione che è durata anni e che necessiterà ancora di diverso tempo affinché il cambiamento venga compiutamente recepito nelle comunità. Perché ciò che cambia è proprio il modo in cui si costruiscono le relazioni comunitarie, tra gli individui in relazione al contesto circostante, ma anche tra loro, a livello familiare e sociale, dunque anche economico e politico.

E poi c’è il rapporto con la scienza che abbiamo scoperto essere così importante durante la pandemia anche in relazione al modo in cui l’incertezza e la provvisorietà delle scoperte scientifiche vengono comunicate attraverso i media, dalla televisione ai social con l’abbondanza di fake-news e di distorsioni che non favoriscono ragionamenti per la comprensione dei problemi, in modo accessibile.

In secondo luogo, come da tempo l’eco-femminismo e l’antropologia femminista sottolineano, è importante la cura delle relazioni e dell’ambiente in cui viviamo, ma anche degli esseri viventi con cui conviviamo. E persino degli esseri inanimati con cui interagiamo come le pietre, le foglie e le conchiglie che possono diventare oggetti di memoria quando conservate e inserite nel vissuto e nelle storie biografiche delle persone. 

Questo introduce un concetto di cultura che non è conservativa o ancor meno ancorata alla natura come se essa fosse immutabile, come spesso nel senso comune si intende quando si utilizza questo termine.

Leggi l’articolo integrale su Riforma.it

[L’immagine in apertura è di Matthew Smith su Unsplash]


Altri articoli suggeriti

Un corso sull’umorismo con Jacopo Cirillo

“Che cosa c’è da ridere. Teorie e tecniche della comicità”, un corso sull’umorismo con…

Uscire dal sistema di guerra: la pace come metodo. Rivedi l’incontro

Rivedi l’incontro “Uscire dal sistema di guerra: la pace come metodo”, un dialogo tra don…

Pace: un bene da custodire con cura, rivedi l’incontro

“Pace: un bene da custodire con cura”. Rivedi il dialogo tra don Virginio Colmegna…

SOSTIENI LA CASA DELLA CARITÀ

La Casa della Carità è una vera famiglia per bambini, anziani, donne e uomini di ogni età, Paese e religione.

Dona speranza, cura, un aiuto concreto alle persone seguite dalla Fondazione.

Dona ora
Dona ora